Le recensioni – Circolo chiuso, di Jonathan Coe

Circolo chiuso
Jonathan Coe
Feltrinelli, collana Universale Economica
2014

È la fine degli anni Novanta. I protagonisti, che erano stati adolescenti negli anni Settanta, sono adesso uomini e donne con percorsi di vita diversi. Alcuni hanno proseguito in solitudine, altri non hanno mai smesso di ricordarsi degli amici con i quali hanno condiviso esperienze così decisive tanto tempo prima. Circolo chiuso torna a intessere le trame estremamente aggrovigliate de La banda dei brocchi, e tornano Benjamin, Clair, Philip, Doug, e tutti gli altri. Per parlarvi di questo romanzo, non posso non fare riferimento al precedente, cui è – ovvio – legatissimo. Spero quindi che abbiate accolto la mia recensione come un suggerimento per la lettura del primo, senza incappare nel rischio di leggere, qui, anticipazioni indesiderate.
Per mantenere alta la concentrazione del lettore, Coe non avrebbe potuto far altro che mischiare le carte ancora di più, e dargli la chiave per districare i tanti nodi rimasti irrisolti a chiusura de La banda dei brocchi. Cosa è capitato a Miriam veramente? Chi è Malvina? Cosa è capitato a Benjamin e Cecily? La trama è perfetta, architettata nel suo stile unico, e cattura creando una tensione altissima. Ma – ahimè, c’è un ma – una nota è stonata. Avevo coccolato i personaggi, nel primo libro, in maniera quasi materna, e nel ritrovarli cresciuti, uomini e donne con famiglia a carico, un lavoro, li ho trovati diversi, fin troppo. È stato come sentirsi traditi, soprattutto rispetto a Benjamin, anima nobile che, una volta cresciuta, si è sporcata, cambiando. Non ho apprezzato nemmeno la scelta di rendere protagonista suo fratello Paul, attorno al quale ruota buona parte della storia.
Probabilmente, se non avessi così apprezzato la prima parte, avrei avuto un giudizio migliore su questo. Ma, si sa, la scelta di rendere incompiuto qualcosa per dargli voce in un secondo momento ha sempre le sue controindicazioni.
Resta il fatto che Jonathan Coe è uno scrittore meraviglioso, un romanziere dell’età contemporanea che sa conciliare vita e sentimenti, storia e intimità.

Voto: 3/5

Annunci

Autore: giovannanappi89

28 anni. Pugliese trapiantata (temporaneamente?) al nord, in cerca di lavoro in maniera ossessivo compulsiva. Libri ne leggo, film e serie tv ne guardo, affetto ne do e ne ricevo. Mi mancava un blog, e l'ho aperto. Qui vi racconterò delle mie letture, degli eventi più interessanti, delle iniziative in giro per il Paese, sperando di regalarvi un pizzico della passione che da sempre nutro per quel meraviglioso eppure così oscuro mondo della letteratura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...